Commentario alla materia medica pura di Cantharis vesicatoria, del dott. Paolo Brentano. / Title Contents

Title Contents


Page  [unnumbered] - Front Matter

Page  [unnumbered] - Front Matter

Page  I - Title Page

f COMMEN TA RIO dALLA MvATERIA MED-ICA PURA CANTHARIS VESICATORIA DEL DOT]?. PAGLO iBRENTANO ROMA PRESSO L'EDLTORE PIETRO GAPOBIAANCHI CoD Superiore approvazione 1861

Page  III

AL DOTTOJIE GLOACCHiNO POMPILI SEGUACE DEGNO DELLE VERITA HAHNIEMANNIANE IN ARtGOMENTO DI STIMA DI AMICIZIA DI GRATITUDINE L'AUTORE 356,260

Page  1

COMMENTAFIO XLUL. MATERIA MEDICA PURA DI CALNTIIARIS VESICA TORIAL L'Autore presenta conic saggie di lavori a cui si ri preparando da lunga mano ii secruente Commentario aIll iateria Iedica pnra di Cantaric%. Quale sia ii sno intendimento, quali le ragioni che dlevono dirigere cpiesta serie di Commentarj o di Monografie intorno alla maggiore e miglior parte delie sostauze medicamentose che la scuola di Bahuemana ha dotato di una materia Medica pura, lo dint a suo tempo.una Introduzione e lo dir

Page  2

-2 -subito che ii semplice ufficio di tradultore o alIa trista di compilatore dell'altrui non pub essere nB bello n6 efficace nB rispondente al concetto che vorremmo attuare. D'altronde se monogralie o commenti a mb di quelli che si vorrebbero e che si cerc di fare per noi col presente non mancano alla scuola nostra, non abbondano nemmeno. Gli studj dell'Hartmanu sull' Aconito, la Bryonia, il Mercurio (1), Ia Chamomilla, la Belladonna, la Noce vomica (2); del Peschier sulla Chamomilla (3); del

Page  3

3 -aivis (1): in seguito gli Nrchivj di Stapf (2), Ia Materia Medica di Rartlaub e Trinks (3), ii Manuale di Noak c Trinks (4) e pith recentemente ii Doti. RoLh (5), ii henemerito Benedettino delia nostra letteratura, ci diedero anche per Cantaride un lavoro se non perfetto, prossimo alla perfezione. Ed & al testo francese del Domu. ioth che noi ci riferiamo e che raccomandiamo altnostro leaore. Al pratico poi non provvisto, come troppo speso incontra, che dello scavno riassunto de' riassunti c

Page  4

Ibra degli Arabi, n6 men note furono le loro propriett emmenagoghe le quali in un colle afrodisiache procurarono alla Canlaride quclls triste celebritd che tilli sanno. Cbo so esse al paro di tulle le sosianze cb'ebhero nome di abortive, mal risposero alle intenzioni criminose, e sc lerribili casi di satiriasi di sfacclo dei genitali, di avvelenamenlo acuto e mortale, conseguitarono al loro abuso, ci6 non valse a disarmare Ia medicina di un farmaco ii quale, come accadde dei pift potenli e piu

Page  5

nione d'i Hahnemann (1): di gran peso senza dub); bio, e per nol e per chissisia; ma I'alfra soggiungo ii Beckmann secondo la quale Opio e Cantaridi ne sarebbero i componenti ebbe uutimamenle tali e tante confermazionti da iidurci a credere cite pIu d'una di siffatte acque stigie avessero corso ccc. (2). Che se ii giudizio A roso ancor pitui difficilo dallo stato d'associazione dello due soslanze venefiche e quindi dalla parte cho si dovrebbo anzi tudto assognare a ciascuna, giova per6 consider

Page  6

docurenti corn roA:anti colesta persistenza d'azione, ma, dal poco che accenniamo A manifesla la probabililai del,1'opinione a cui inclina ii Beckmann: opinione dcl resto che a trarla dallo sato a di probabile non varrebbe aiimo argouento da quello infuori della ietodiche sperimentazioni della Cantaride sugli animali in modo da determinare se A possibile quelle lenti eppur mortali intossleazioni a cui la storia dei veneflcj allude. Cle Io Cantaridi sieno capaci di provocare mollissimi accidenti

Page  7

-- I coil le Cantaridi pigliar posto Ira i piU' lodali aarnesi dello medicazioni indirette, topiche, decorate pure ai nostri di del nome di irritanti, sostitulive, rivellenti, traspositive, spoliative ec. (1). Delle loro eminenti proprielt specifiche, dirette, poche, insufficientissime parole, condite all'uopo di uno scetlicismo che sarebbe meno singolare so ia credulitA onde gli allopalici fan fede tanl' altre volte non ci facesse dubilare assal delle ragioni filosoficle del loro crelerC e dis

Page  8

- 8 hrn-quanle malattie non s'abus6 o non s7abusa dette applicazioni dermalicho della Cantaride? Non DC drizzeremo la lista per limore di piantar qul un indice nosologico in forma; ma in quanto di quelle stesse matatlie ]a Cantaride data sob internarnenle non1 1riesdl altrvettanto salulare? In quantA casi i buoni effelti cho si riferiscono tultora alle teoreliche rivulsioni, irritazioli sostitutiVe, traspositivo cc. non si dovrebbero anzi riforire alle reali virtiu specifiche di questo farmaco

Page  9

colle pToprietA ipostenizzanti, controstimolanti da lui attribuIle aile Caniaridi, o Ia nostra scuola colic specifiche, vedreemo fra poco. Ci6 che fin da qul va messo fuor di questione si 6 I'azione dinamica, specifica deile Cantaridi, contemporanea alla lopica: ii che non equivale gi ed una assimilazione che da noi si faccia degli effetti indolli daile Canlaridi nel corpo vivo dai due dilferenli modi di applicazione, vale bensi a giustificare 1'ammissione neile nostre PatogenesIe do' fenomen

Page  10

- 10 - siti daH'esperienza e consacrali dalla tradizione havvi per-6 una profonda distinzione a fare; vi sono de' fatti che non appartengono ad alcuna scuola, o meglio che nessuna scuola pu6' logicamente subordinare, esplicare per i propri principj: e stanno per conseguenza tutlavia sollo ii dominjo puro dell'empirismo: ye ne hanno altri che bene o male le scuole piu. opposte esplicano nei modi pih opposti ve ifhanno altri inline che a dispetto delle consecrazioni sperimentali e tradizionali

Page  11

- 11 _ antiflogrislico: I'iiidicazione quindi, questa almeno, dci vescicatorj nella gran classe delle, infiammazioni, dovrebbe essere codta; ma se ]a certezza defle loro indicazioni avessimo a dedurla da essa, vaga e gonerale si ma fondarnentale ad ogni modo, comincieremmo assai male. E innauzi luto ii vescicatorio I6 veramente antiflogisfico? cotesta proprieLý e" provata? la -veechia scuola conosce darvero l'armo che maneggia primia di valeisene? Risponderanno per noi i discepoli delle scuole

Page  12

- 12 - mas Withers (1), Kraus (2), Brance (3) ed alLri seuza numero convengono pitA o meno esplicilamente nel riconoscero alla Cantaride ossivero al viseicatorio un'aziono irritanle, eceitanle, flogistica, locale e genorale. Ma cho in Medicina Ia concordia nelle promesse non sia una garanzia suticionte per la concordia nollo deduzioni, cc lo provano quelle che i rispettabili aulori citati e da citarsi sepporo tirare dalJ'azion propria di Cantaride. E chiaro che Ia sola doduzione logica, Ia sola

Page  13

- 13 - malattie acute )) quando vi sia assenza d'irritabilit4 o eccesso ma parzialed%, (che luminosa indicazione!): che G.A. Richter (1) una volta c'insegna doversi le Cantaridi adoperare allorquando intendasi derivare fortemente i Iluidi organici, e un'altra alIorquando intendasi aumentare Ia loro plasticita: proprieta ch'egli accorda in alto grado alle Cantaridi e che come ognun vede va a nozze con quelt'altra della fluidificazione! Gli 6 cosi che Thomson (2) erige in legge, che ii sollievo p

Page  14

14iabbatle, per altrii non fa n& l'una cosa n I' altra; nolti raccomandarlo nell'invasione della flogosi, attri nolla sua maggiore iniensita, o molti condannarlo nel primo nel secondo, o nel torzo caso, ed auche in tulti; sicclie so all' ompiasto vescicatorio, come empiastro, noi non vorremo contendere un aziono qualcho volta bonefica, ognun vede che per tutto ii resto la matassa e" troppo arrutfata porlch6 ii dipannarla sia molto possibile adI alcuno, omolto utile a noi. Pero6 la Cantaride an

Page  15

- 1isIi? Si usarono diflatti e si usano: indicazioni? Zero sempro: vantaggi s guarigioni? In virltu del post hoc forse, del propier hoc, ci si conooda di dubitarneo assai. N6 Si oreda ie i pifi receti progressi dolls scionze mediche abbiano risohiaratoIPalquestions del vesoicatorio o avvaotaggiato di qualohe cosa ii pratico: cWA so ai di nostri s'6 progrodito in qualohe cosa, si 6 appunto ns] riconoscroe la nessuna armonia Ira voscicatorio o progresso s, peggrio, scisnza. A clii no volesso

Page  16

16 Non crediamo sieuo meslieri altri argomenti a giuslificare ]a nostra scuola del disuso, dell'oblio, in ch'ella ha tenulo e terra coteslo mezzo delle applicazioni esterne di Cantaride, ii quale per ci6 che in se pu6 avere di mezzo diretto, specifico, e' di gran lunga superato dalI'uso interno, c per ci6 che ha d'indiretto, di generico eA pareggiato ed ancle vinto da molli altri (1). IV. Le Cantaridi tauto nelle loro applicazioni eslerne, come nella loro amministrazione interna in grosse dosi,

Page  17

-- 11 - Ilispondiamo del no, perchA 1.0 assimilazione,. assorbimenbo, preseuza materiale della Cantaride, ]a scienza non constat6 ma presuppose. 2.' si conslatasse pure, non ci esplicherebbero per queslo it ma gistero de' fenomeni in queslione 3V credesse pure di esplicarli, ma una spiegazione alla quale non pOtrebbe partecipare che una piccola frazione non la totaliki di tali fenomeni, fara sempre dubitare della sua giustezza anche Iat dove par giusta. Le Cantaridi agiscono energicamente sull

Page  18

18 -- osservato troppo davvicino la Cantaridina sottoposta alla sublimazione per portarsene una acuta inliammazione vescicolosa delle congiuntive (1). Potremmo ingr-ossare la filza di colesti esempj d'azione per cosi dire, virtuale, farmacodinamica, so polessimo credere ii nostro letlore ignaro dei moltissimi in istretta analogia coi chtati;A Irammenti solo l'azion pur-gativa che molle sostanze ponno spiegare fiutate, toccate, applicale alla cute solamente: e chi ha tanta fouza d'imnraginazione

Page  19

- 19 - solo: ma com'i6 che Ia antarido data nella forma piut assimilabilo, in tintura allungata, invoce di siffatte azioni meccanico-chimiche ne provoca di ben diverse, se non di opposto? ineotre in natura accostata soltanto alle mucoso, data in forma solida, o portanto assai meno assinilabilo, gli cifetti della pretesa~ assimilaziono sono assai pift rapidi od intensi? E questa una ossorvaziono pratica a cui pare alludesso anco Galono, dicendo: si sola exhibeawur (Cauthk) vescicar exulcerat cc

Page  20

-20 N6 parra sirano ii vedere una scuola vitalista mendicare ragioni ad un malerialismo assai poco razionale, quando si riflelta che una scuola ]a quale nei fatti vitali non sa nA "vuol vedere che delle quantit4, non mai delle qutaliMa, costrelta dali'Ievidenza delle cose ad amimettere dci fatli inesllicabili dal suo dualismo dinamico, dovea pure o rilegarli, come fece, Ira i neccanico-chimici e parer-e conseguente, od accettare, spiegazioni da un dinamismo vitale, non duale, ed essere inconseg

Page  21

21 - dei venti secoli, perchW tulte incapaci a rendere ragione del grande fatto della specificith. Con ci6 non vogliamo dire che l'arte non abbia assai bone e Ialora mirabilmente sapulo valersi della virtu" specifica dei rimedi: ma ado empirica era dessa, non scidntifica, c quanto piu" empirica, quanlo phir nodrita dal semplico dato sperirentale, clinico, analogico, quanto meno paludata di argomenli teorctici,, Unto pih felice, tanto piu immune da erramenti. E cost che se noi interroghiamo i m

Page  22

-22 - per tin esaltamento del sistema ner'voso a spese (let vascolare, o di PogI (1) cho vodo lo Cantaridi aft. forzare it polo espansivo del sisterna nervoso di maniera cite appena cotesto ainnento oltrepassi ii punt 0 novitiate debba succeder-e una dec linazione del polo contra (tivo, noi domandiamo a cite possano, servire sifl'attetorioe o meglio occeninici~th Loriclie die dalla sfora dci fatti pralici n6' partono n6 tot'nano: montro queule cite per avvenlura non so no discostano provano tro

Page  23

- '23 parte Sundelin (1) trova assal probleinatico cotesto aumento d'attivita che Je Cantaridi imprinerebbero secondo alcuni, ai vasi riassorbenli, fa'voi'endo esso piuttosto in generale 1'egestione, 1'ipersecrezione ]a quale dovrebbe quindi costituire una controindicazione per ii loro uso. Sundelin per6 vede una chiara indicazione nella gastrite, enterite, perilonite, e in genere nelle infiammazioni dei piP sensibili e del> cati organi (sic), le cuali invece per Kraus, per Brande costituirebbe

Page  24

- 24 - alI'allopatia oh`6 che costeD non potea esplicare altrimenti the colla legge lahnematniana, diventata, quindi cl'un tratto ii rifugio do' farmaci ex-lege anzich6 ]a legge dci farmaci. Stimolante per quesla, controsuimolantc per quella 6 Chiaro the poto ci voriebbe a far batlere 1'una dall'altra le due doltrine diametrtalmenlc opposte fra di loro. Noi peub rinunzianio a.1 facile vittoria, so viltoria pub, essere: che dal semplice cozzo di due error'i non crediamo the la ven-ta vi possa gu

Page  25

-25 - ammessa e rettificata Ia distinzione not ammettiamo eziandlo Ia proposizione Giacominiana intorno ail'antagonismo, alla ragione inversa d' evoluzione dello due azioni. Quanto pih intensa ed evidento eA 'azione localizzala della Cantaride, tanto minore sarA la sua azione generale dinamica. Gli A questo un falto che ]a nostra scuola non pu6 rivocare in dubblo, dopo di averlo luminosamente addirnostr-alo medianle lo studio di pressochA ulltt gli agenti farmacologici; quanti che la veechia m

Page  26

-26 -dosi, a minori, a maggiori, ha prodot~to fenomeni df ben diversa natura; che pift? negli stessi conigli morti dinamnicamente, secondo Giacomini, ec alt ro pu6 significare lo stato congeslivo, flogisti co ch'egli rinvenne costantemente negoli organi uro-pojetici, ii turgore vascolare della vescica e in is'ecie del suo collo, se non un' azione dinamica, iperstenica del veleno? Dire che ii veleno e ipostenizzante qnaudo uccide senz'altro, iperstenizzante quando fa qualche cosa prima d'uccide

Page  27

-- 27 - una collezione di libri pigliaslse a caratters differený zials non le malerie contenute, ma is accidentalita di stampa, di piegaturs in quarto, in ottavo, 5 Simili? Eppurs di tal modo a un bel circa, ii Controstimo isno pigliA la bisogna. Nessuna meraviglia so anche in Maseria Medica non vide pii in ia di due fenorneni, di due sintomi, debolezza s forza: meraviglia A che tulte le scuols, non esciusa la Giacominiana, accusino quella di Hahnsmann di pigiarsela coi sintomi, di far lanto ca

Page  28

fl28 - di eul consta la sua Patogenesia (I); avvsrtiamio in ispecie i credenti nel Controstimolo a non si Contentars dello scrubt del maestro, al quals sfuggirono troppo spesso le cilazioni The non provano la sua tesi o die provano iroppo bene l'anliles-i: s quando avra debitamenre esciuse tulle quelle die si riferiscono alla con(lrosli rnolazione nOn come effetto patogenelico ma terapico di Canlaride, quando avr-a separate le due categ-oric d'effeui, non dubiliamo che I'evidenza delle cose Jo

Page  29

- 29 - senza saperselo, lo iperstenie cogli iperstenici, a allora ii Controslimolismo non ha piu ragione di essere M6 di nonarsi, o eke ii Controstimolo cura cogli iperstenici delle malattie asteniche, ma allora Quelle piix sincere e squisite infiammazionz non maneheranno di proteslare, almenio come i diplomalici protestano, o che ii Coniroslimolo non afferra na in patologia, n6 in materia redica, ne in terapia, a allora slam cerli che ii solo Controslimolo protoster&: le potenze aniche lascer

Page  30

- 30 - edematose ingenerate dall'abuso d'una sostauza come la Cantaride, che pu6 esagerare per so stessa le secrezioni sierose, non vogliamo tenor conto della proscriziono delle Cantaridi dal trattamento doll'idrope motivata da Brando (1) su tale fatto appunto; ma qnando loggiamo in Giacomfini (2)cle nelle idropi le Cantaridi possono rendere ovportun)o seri 'gio allorcit gli altr-i mezzi siensi mostrati ine/Jicaci, non ci darobbe egli fl diriitto di credere che se tutUi i mozzi controstimolant

Page  31

31 - r sedare ]a infiammazione, dovrauno perA conchiun dere che quello stimolo meccanico 6 dietro gli accennati falti cho hanno tutti i caratterii deli' autenticitat di assai mono importanza e gravezza di n quollo che generalmento si tiene e a larga misura ~ sopravvinlo per lo piu dagli effelti dinamici ipoY stenizzanti successivi ) (1). Ma noi non inlendiamo come col menomaro 1'importanza e la gravezza dell'azion meccanica, stimolante di Canlaride, poche pagine prima cosi importaute e cosi gra

Page  32

-32 - speciali della Doth'ina delle sostluzioni cot nostro farmaco, lon tardereuno ad accorgerci come andh'esrsa non possa abbuacciare e non abbuacci cbe una pi cola parte del suol fatQi curativi; per-tinenti alle affinita eletlive Ira le Cantaridi e gli organi genitoorinarj; anzi i duo. autori dicendo, che c( on a le Dv droit d'assirniler j-usquit a"ain certain point., l'ernv loi des Cant harides donnd'es a 1'interietr '4'ayes injections irritantes qute nouis faisons clans la Svessie et

Page  33

33 noi pure ceila fralse favorita dci due Antorj; ma Ia scienza vuol prove e non frasi, e nol non sapremmo meglio fornifle e progredire in pari tempo nel nostro Commento, cho co1 parallelo metodico del1'azion pura delle Cantaridi in hornine sane e delI'azion terapica nello malattie in cui furono usate, sempre colla scorta dci fatti e delie autorita piu' note e consentite. E perchi la dotirina delle sostituzioni ci invita all'esarne delle azioni di Cantaride sul sistera genito-orinario, e que

Page  34

Yacca, Riedlin, Th. Bartolino (1), Young (2), Smith (3), Raymond (4), Do Meza (8), Brisbaa no (6) c pih altri guarirono porfetoamnlce colle a Cantaridi dollo iscuric dolorosissimo non dipona donti da un ostacolo moccanico. Sydonham rifea riva loro i migliori effeoli in casi dollo slosso gea nero: ogli le vanta assai e le avrobbo volentieri a amministrato piii di froquente- se le Itradizioni a delta scuola, Ia quale credeondosi piu savia della D natura, proscrivo in tali casi gli emolconti

Page  35

-3B1 tt'overerno illesi Lutti gli altri fuorceM quell'uno. La disuria, la straiiguria, c 1' iscuria dipondenle dati'attualita della flogosi, sia circoscritta ai reid (nefrito e pielite), sia alla vescica e- in ispecie at suo. collo (cistito),' sia all'uretra (uretrite), sia phi o 0meno estesa a 'tutle queslo parti a un tempo, ponno essore e sono infatti cosi spesso effetti puni delle Cantaridi, cho non v'ha trallato di Patologia i~nter-na, it quale nell'enumorazione dello. cause di tali condizi

Page  36

36 Sydenham, che men limido di costui, slidando anzi pregiudizi e persecuzioni, guadagn6 alla sua causa pill malati che medici (come acoade) almeno lui vivo: chW non molti anni dopo sappiamo che in Inghulterra l'uso inteimaD delle Canltarfdi in tall ma]altic era abbaslauza generale fra i pratici (1). Le storie del Groenvelt solo assal interessanli per pifl ragionie o non uliinxi per noi si 6 4uella della perfetta soriglianza che intercede tra Il sue descrizIoni della malaltia naturale e le desc

Page  37

- 31 7 somiglianza sintomatloogica, bensi di processo di fenoneni locali e generali, di esiti, di 1esioni magenesia dci due farmaci vedifi che per molti lati s'assomigliano; la Canfora in un grado minore b vero, ma non produce meno disurie, strangurie dolorose ccc.; 1'eretismo decrli organi genitali b' una delle azioni primarie di Canfora ael pari che di Cantaride: e se la prima ebbe tanto credito di antifrodisiaco quanto la seconda di afrodisiaco, la ragione non va cercata in una opposiz

Page  38

- 38 -feriali. Se Groenvelt adopcrb Ile Canlaride con (unto saccesso nei casi caralterizzati da nicerazioni yescicali, Ic autopsie ci provano peter la Cantaricle produric per virtuX propria (1); mfa so Groenveli mcrita un r-icordo speciale, non 6' per6 cie la sna pratica non avesse dci precedent echde gli Annali della Scicuza non conlino fatlfi allicilanto aulcutici ed istrulhivi. Oltre gli anionl citati da Iiahnemann puce sopra, Ballonie (2), Van ielimont (3), Guldenkie (i. Zaculo Lusitano (5)

Page  39

- 39 - ria (1). Eppure l'emaluria si 6 traltata da non pochi medici felicemenie colle Cantaridi (2). Dai fenomeni puri primarii, stranguria ed iscuia, noi discendiamo a due opposti fra di'loro, cio6 alla soppressione delle orine ed alla diuresi ed enuresi. La soppressione 6 un fenomeno pit vero ma non meno accertato nell' avvelenamento acuto da Cantaride (3): ii che ci spiega perchb essa sia riescila a scongiurarlo in alcuni casi di cholera epidemico trattati col nostro metodo (4). Meno rara 6

Page  40

- 40 - caso; che Holscher (1), 7orcke (2) Elsiisser (3), T. Ma-' clean (4) cc no contino le guarigioni ottenute. Ma osa di pif: ii diuretico Canlaride fu visto determinare sul sano ii diabete; Wimber ne espone un caso (5) mortale in seguito all'applicazione d'un vescicatorio, e tuttavia Brisbane, Morgan, Stoeller, Wolff (6) trionfarono del diabete mediante ]a Cantaride. Abbiamo bisogno di dirlo? Seo it criterio della sostituzione puo reggere fino ad un certo punto, trattandosi di stato flogi

Page  41

it41 - esempi. Ma la Cantaride induce nelle orine delle aller-azioni specifiche che non isfuggirono alie osservazioni dci patologi; I' eccesso d' albumina (1) c ]a presenza dci cilindri urinarj nO ' una indubbia: o se a questi due sintomi patagnomonici dell'albuminuria aggiungiamo ii terzo delle efl'usioni sierose che accompagnano si l'albuminuria che 1'abuso di Canlaride (2)7 noi domanderemo quale teoria pu6 aver presieduto a tentativi di cura dellamala ltta di Bright colla Cantaride, quale

Page  42

la di Ammon (1), e fra quelle intorno alla sua facolta di guarirla, le testimonianze di Hermann (2), di Silvio de la Boe (3), di Styx (4), di Boccone (5), di Groenvelt (6), di Mead (7): e come specifico contro la gonorrea (8) non mancarono cerrelani e donnicciuole d'impadronirsene e di metterlo in ciondoli d'infallibile. Che poi la Cantaride abbia risposto e possa rispondere viemeglio in quei casi che s'accompagnano di priapismo, di erezioni dolorose, d'incordamento, nell'agmae infine della ble